Questo blog nasce per dare più spazio ai libri che amo e che leggo


Librieparole
Questo blog nasce per dare più spazio ai libri che amo e che leggo.
Oltre alle mie recensioni, qui vorrei ospitare i miei e vostri consigli di lettura e tutto quello che ha a che fare con i libri
e con le parole... in libertà

venerdì 20 aprile 2012

Ora leggo: Scrivere

Per questo VENERDÌ DEL LIBRO voglio consigliarvi un titolo che sto leggendo proprio in questi giorni e di cui sono soddisfatta. Indicato sopratutto per gli aspiranti scrittori, credo sia piacevole anche per i semplici appassionati come me, che si dilettano a scrivere storielle e racconti. Il libro è questo:

Titolo: Scrivere. Lezioni di scrittura creativa
Autore: Anne Lamott
Traduttore: Silipigni C.
Editore: De Agostini
Data di Pubblicazione: Settembre 2011
ISBN-13: 9788841867198
Pagine: 240
Formato: rilegato
Genere: Linguistica






Riporto qualche indicazione dalla quarta di copertina, magari può aiutarvi a capire se è un libro che fa per voi:
"Ma non si può insegnare a scrivere", mi dicono. Io rispondo: "E tu chi cavolo sei, il Magnifico Rettore dell'Università di Dio?". La scrittura ha moltissimo da offrire ed è piena di sorprese. La più bella e preziosa è che imparare a scrivere vuol dire anche, e prima di tutto, imparare a vivere. Perché ogni testo è una spy story disseminata di indizi a carico dell'autore, che allo stesso tempo ci dice qualcosa di noi, ci dice quello di cui abbiamo bisogno, che vogliamo sapere: che genere di persone siamo, che cosa conta davvero, di cosa abbiamo paura, qual è la posta in gioco. Ecco perché gli uomini e le donne scrivono (e leggono), mentre i pidocchi, per dire, hanno tutt'altri interessi. E scrivere è un'impresa disperata e insieme magica, come la vita. Conviene mettersi il paio di scarpe comode che raccomandava Cechov e fare un passo alla volta. Appuntare su un taccuino le cose da fare e quelle da evitare: guardarsi intorno, non barare, darsi un obiettivo raggiungibile, fidarsi dell'istinto, non prendersi troppo sul serio e vuotare il sacco, cioè dare, dare tutto. La pepita d'oro che cercavamo da tempo è dietro la sola porta che non abbiamo mai aperto. Anne Lamott ci tende la mano e ci aiuta a varcare la soglia, con humour e grazia. È un dono non previsto e perciò più gradito, dal quale non ci aspettavamo tanto spasso.

Con questa proposta partecipo all'iniziativa di homemademamma

12 commenti:

  1. Grazie della segnalazione, sono alla perenne ricerca di buoni libri di scrittura creativa!

    RispondiElimina
  2. Questo è carino ma non ti aspettare un manuale!
    Non lo è.
    Per ora trovo giusti e interessanti tutti i consigli che ho letto, spero di saperli mettere in pratica.

    RispondiElimina
  3. Mi pare molto interessante e, come dire?!, legato alla natura intrinseca dei blog... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace scrivere ma ho sempre paura di iniziare a farlo sul serio e allora mi dico che non sono pronta e continuo a comprare e leggere libri sulla scrittura.
      Sono patologica!

      Elimina
  4. Se fosse vero che non si può insegnare a scrivere, dovrei licenziarmi in tronco dal mio posto di insegnante di italiano... si può, si può...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho adorato il mio prof di italiano del liceo, e i 9e mezzo che mi dava!!
      Lo ricordo ancora con tanto affetto.

      Elimina
  5. Anchio credo sia possibile imparare a scrivere. certo non tutti possono avere il desiderio di scrivere per altri, per farsi leggere ma tutti - chi piu' chi meno- ogni giorno devono scrivere qualcosa. alla mia belvettanumerouno dico sempre che qualche virgola e qualche punto sono importanti per farsi capire meglio, tanto vale usarli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo, la punteggiatura innanzitutto.
      Alla mia Elly, che fa la seconda, ho insegnato a consultare il vocabolario, anche usare le parole giuste è importante.

      Elimina
  6. Ti auguro una felice giornata mondiale del libro. Ne ho scritto un post e penso che ti piacerà. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho letto e mi è piaciuto molto. Grazie

      Elimina
  7. Mi è del tutto nuovo. Grazie della dritta!

    RispondiElimina